Salta al contenuto
Rss




Mulini di Cima e di FigliolaNel sito abitativo di S.Martino, era funzionante un mulino da farina, detto "mulino di cima" (sul lato sinistro, all'inizio dell'attuale Via S.Martino): colui che lo riceveva in conduzione, oltre alla somma per l'aggiudicazione, era tenuto al pagamento della decima, prima al capitolo di Sarzana, e successivamente (sec.XVIII), in favore del parroco di quella comunità, consistente in 32 secchie di grano; il costo, dunque, risultava così oneroso che non si trovava più nessuno disposto a fare offerte convenienti per l'affitto dei mulini di S.Martino e di quello di Figliola, gravato anch'esso di un contributo di 35 secchie di grano; così questi mulini, per lo più, finivano per rimanere chiusi con gravissimo danno della comunità. Nel 1722 perciò, gli ufficiali del Comune deliberarono di obbligare per nove anni (al termine dei quali l'obbligo fu rinnovato per altri nove) gli abitanti di Ortonovo, a macinare almeno una mina di grano o di altre vettovaglie (grano, mistura, miglio, panico o castagne) ai suddetti mulini, con il privilegio, però, di avere la precedenza rispetto ai forestieri; chi non osservava questo decreto era ugualmente tenuto al pagamento dell'onere corrispondente.
Fin di tempi antichi, nella gora del mulino comunale di S.Martino esisteva ed esiste tuttora una muraglia di pietra per lavare il bucato, fabbricata a spese del comune. Un tale provvedimento non sorprende, poichè il mulino, fin dai tempi passati, rappresentava un luogo di incontro e di socializzazione per la popolazione del circondario.

Oltre al mulino, in località S.Martino, erano stati costruiti due torchi, detti "di sopra" o "verso la porta" e "di sotto" ovvero "verso la Ghiara"; questi edifici venivano periodicamente concessi in affitto in una pubblica callega.

Oltrepassato S.Martino, lungo la strada comunale per Ortonovo, possiamo osservare, quanto rimane dei vecchi mulini e torchi; questi edifici presentano ancora elementi di legno ed in pietra, facenti parte dei loro meccanismi di funzionamento; uno di questi, ubicato in via Figliola, era un opificio medievale utilizzato sia come torchio che come mulino da farina e da zolfo, e presenta ancora, perfettamente conservati, i meccanismi del torchio, del mulino, l'essicatoio per le castagne, i lavatoi.





Inizio Pagina Comune di ORTONOVO (SP) - Sito Ufficiale
Via Castagno, 61 - 19034 ORTONOVO (SP) - Italy
Tel. (+39)0187.690111 - Fax (+39)0187.660175
Codice Fiscale: 81001370113 - Partita IVA: 00089160113
EMail: urp@comune.ortonovo.sp.it
Posta Elettronica Certificata: segreteria@pec.comune.ortonovo.sp.it
Web: http://www.comune.ortonovo.sp.it


|